Aziende inglesi “beccate” a falsificare etichette

Alcuni produttori inglesi hanno falsificato le etichette energetiche dei propri forni domestici: è quanto emerge da un’indagine dell’autorità di sorveglianza del mercato inglese, che ha scoperto che 1 forno su 4 aveva un’etichetta falsificata. Questa pratica, stima l’agenzia, ha comportato per le tasche degli inglesi un danno economico di circa 700.000 Sterline in costi elettrici maggiorati in bolletta ogni anno.

La frode, secondo l’ufficio delle Misure Nazionali Inglese, riguardava l’abuso dei margini di tolleranza nelle classi energetiche, per cui si riusciva ad etichettare con classi di efficienza migliori forni non meritevoli di tali classi. Uno strumento di marketing potente, in questo modo svilito e messo in discussione.

Le aziende hanno cooperato e non hanno confutato le accuse. Maggiori informazioni qui.

 

Lascia un commento